Veronica Rigoni è sveglia ma la prognosi resta riservata

L'assistente del presidente della Regione Occhiuto coinvolta nell'incidente auto di 8 giorni fa tra Pizzo e Lamezia

È estubata e sveglia ma la prognosi, per Veronica Rigoni, resta riservata perché lo sfondamento cranico era e resta importante.
Secondo fonti sanitarie sarebbe questa la condizione attuale di salute dell’assistente del presidente di Regione Roberto Occhiuto, il passeggero che ha avuto senz’altro la peggio in occasione del grave incidente auto di domenica 14 gennaio tra Pizzo e Lamezia, abitacolo in cui tra l’altro viaggiava lo stesso Occhiuto con il figlio e l’autista. Veronica Rigoni, come è noto, è stata operata il giorno stesso dell’incidente proprio per l’importante trauma cranico e l’emorragia interna da asciugare. Tra l’altro, nel corso della scorsa settimana e sempre secondo quanto riferiscono alcune fonti sanitarie, Rigoni avrebbe pure contratto una polmonite abingestis durante la manovra di intubazione anche se il tutto sarebbe ora rientrato. Si resta quindi moderatamente ottimisti ma sempre in apprensione per la salute della giovane segretaria del presidente Occhiuto, la solidarietà del mondo politico e non solo politico va avanti incessantemente.