Bilanci falsati, chiesto processo per l’ex sindaco Demetrio Arena e altri 6 indagati

Le indagini erano partire nel 2011 da una denuncia scaturita da Demetrio Naccari Carlizzi, ex assessore regionale del Pd

Chiesto processo per ex sindaco di Reggio Calabria. Più nel dettaglio, la Procura guidata da Giovanni Bombardieri, ha chiesto il rinvio a giudizio, per l’ipotesi di falso in atto pubblico, dell’ex primo cittadino di centrodestra Demetrio Arena. Con Arena, la Procura ha chiesto anche il processo per l’ex segretario generale del comune, Pietro Emilio, i dirigenti pro tempore Vincenzo Cuzzola e Demetrio Barreca, i componenti del collegio dei revisori dei conti Leonardo Corbini, Domenico Marturano e Pietro Aloi.
Le indagini erano iniziate nel 2011, da una denuncia scaturita da Demetrio Naccari Carlizzi, ex assessore regionale del Pd. Secondo l’accusa, rappresentata dal pm Giulia Scavello, gli indagati avrebbero rappresentato in modo falso i dati contabili del Comune di Reggio Calabria, a supporto dell’approvazione dei bilanci dell’ente «per gli anni 2011 e 2012, nonché l’approvazione del rendiconto di gestione per il 2010, il 2011 e il 2012», determinando un’alterazione del bilancio comunale di circa 21 milioni e 518 mila euro. Il pubblico ministero Scavello aveva chiesto l’archiviazione del caso, ma il gup Giovanna Sergi, invece, ha ordinato l’imputazione coatta degli indagati, che dovranno comparire dinanzi al Tribunale il prossimo 23 marzo del 2023.