Giovane morto all’ospedale: indagati quattro medici

Il pm Vincenzo Lanni ha disposto, come atto irripetibile, l’autopsia sul corpo del giovane al fine di stabilire la modalità, la causa e i mezzi che l’hanno causata

Quattro medici dell’ospedale di Polistena sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Palmi in relazione all’indagine aperta dopo la morte del 21enne Marco Salvatore Gervasio, avvenuta nel pronto soccorso il 16 luglio 2022. Il giovane è morto dopo due giorni di ricovero dopo essere stato portato al pronto soccorso per avere ingerito dei farmaci.I genitori del giovane, Anselmo Gervasio e Luisa Ferraro, in qualità di persone offese, sono assistiti dall’avvocato Antonino Napoli. Il pm Vincenzo Lanni ha disposto, come atto irripetibile, l’autopsia sul corpo del giovane al fine di stabilire la modalità, la causa e i mezzi che l’hanno causata, il rispetto dei protocolli e l’eventuale responsabilità dei medici che si sono avvicendati nelle cure prestate nelle ore in cui è stato ricoverato. Per l’espletamento dell’indagine peritale il Pm ha nominato quali propri consulenti i dottori Fabrizio Cordasco, Santo Giovanni Lio e Caterina Nesci mentre la difesa delle parti offese ha nominato quali propri consulenti i dottori Giuseppe Tingali e Loris Rivalta. Espletata l’indagine autoptica i consulenti del Pm hanno chiesto ed ottenuto un termine di novanta giorni per il deposito delle perizie.