Non c’è pace per il Sant’Anna, si dimette il Cda

L'assemblea dei soci ne elegge uno nuovo. Parisi: lasciamo un'azienda sana...

Chissà se ha ragione l’ormai ex presidente del Cda del Sant’Anna, Gianni Parisi, quando sostiene di «aver lasciato un’azienda sana». Oppure chissà cosa ha in mente per azienda sana, al netto del misterioso e per certi aspetti “miracoloso” finanziamento dell’Asp di Catanzaro (nuobva gestione commissariale) che invece di ingiungere con un titolo esecutivo in mano di 17 milioni ne elargisce invece 5 come acconto di convenzione. Fatto sta che all’improvviso si dimette l’intero Cda del Sant’Anna Hospital così che l’assemblea dei soci ne può nominare uno tutto nuovo.
L’ormai ex Consiglio di Amministrazione, composto da Gianni Parisi, Soccorso Capomolla e Daniele Maselli, si è fatto da parte dimettendosi. Ne arriva uno nuovo dopo la riunione di ieri dell’assemblea dei soci. I tre nuovi membri sono: Franco Mariani, Mario Coniato e Francesca Galasso.
Il presidente del CdA uscente Gianni Parisi ha rilasciato una dichiarazione: «Con la data di ieri si chiude una fase importante del S. Anna Hospital. Il Consiglio di Amministrazione, venendo incontro ad espresse esigenze di rinnovamento nelle strategie aziendali rappresentate dalla proprietà, ha rimesso il proprio mandato dando la possibilità all’Assemblea dei Soci di incaricare un nuovo management.
Il Consiglio di Amministrazione uscente, Giovanni Parisi-Soccorso Capomolla-Daniele Maselli, restituisce alla proprietà un’azienda “rinata” ed i cui contenuti produttivi sono in pieno e costante recupero, dopo un anno di sostanziale fermo causato da un corto circuito istituzionale che ha determinato lo stop delle attività a fine dicembre 2020 gettando nella disperazione le centinaia di famiglie dei lavoratori del S. Anna ed i pazienti che si sono visti negato il loro diritto alla Salute».
«Sono stati mesi complicati durante i quali l’enorme sforzo prodotto dal CdA che ho avuto l’onore di presiedere – prosegue Parisi- ha consentito di mantenere in vita un’indiscussa eccellenza in ambito sanitario salvando centinaia di posti di lavoro e dando garanzia per la prosecuzione dell’attività sanitaria.
I risultati ottenuti sono stati il frutto di una straordinaria sinergia messa in atto con i consulenti aziendali ed i professionisti che dal primo istante hanno creduto nell’azione di questo Cda.
Rivolgo un sentito ringraziamento a tutto il personale ed ai medici del S. Anna Hospital che non hanno mai smesso di lottare insieme a noi e di palesarci la loro vicinanza anche nei momenti più drammatici per la loro stessa condizione lavorativa.
Personale dalle incredibili qualità umane e professionali che merita ogni bene possibile e che, sono certo, continuerà a svolgere la propria attività con abnegazione, coraggio e dedizione anche per il futuro.
Auguro al nuovo management ed al S. Anna Hospital di raggiungere traguardi sempre più importanti conscio di aver svolto, con rigore morale e trasparenza, il mio ruolo ed aver contribuito a restituire ai calabresi una delle poche realtà in grado di dare risposte sanitarie di altissima qualità».
«Esprimo tutta la mia gratitudine, per questa difficile ma positiva esperienza, a chi insieme a me ha condiviso questo percorso, apportando qualità, etica professionale e riconoscibili valori umani. Mi riferisco in particolare al prof. Franco Perticone, all’avvocato Gualtieri, al dott. Antonini ed ai dottori Capomolla e Maselli. A loro ed a tutti quelli che ci sono stati vicino il mio personalissimo ringraziamento».

I.T.