Corruzione in atti giudiziari, chiesto il processo per Manna e il giudice Petrini

L’attuale sindaco di Rende ha più volte proclamato la sua estraneità alla vicenda

La Procura di Salerno ha chiesto il rinvio a giudizio per l’avvocato (e attuale sindaco do Rende) Marcello Manna e per Marco Petrini ex presidente di sezione della Corte d’Appello di Catanzaro. Entrambi sono accusati di corruzione in atti giudiziari. Secondo l’accusa Marcello Manna, difeso dall’avvocato Armando Veneto, avrebbe corrotto l’ex presidente per far assolvere Francesco Patitucci, condannato in primo grado condannato a 30 anni di carcere per il delitto di Luca Bruni e assolto dalla Corte d’Assise d’Appello di Catanzaro, con una mazzetta di 5mila euro come corrispettivo in cambio della sentenza “aggiustata”. L’attuale sindaco di Rende ha più volte proclamato la sua estraneità alla vicenda.