‘Ndrangheta, politica e imprenditoria, la Procura chiede 24 condanne: “Otto anni per Talarico”

Chiesta l’archiviazione per Lorenzo Cesa poiché, già nei mesi scorsi, le indagini ulteriori avevano accertato l’esclusione da qualsiasi coinvolgimento

La Procura di Catanzaro ha chiesto 24 condanne e un’assoluzione per gli imputati nell’ambito dell’operazione “Basso Profilo”, relativa a presunti presunti collegamenti tra mafia, politica, imprenditoria e criminalità organizzata crotonese, catanzarese e reggina. Tra le persone coinvolte ci sono l’assessore regionale Francesco Talarico per cui la Procura ha chiesto 8 anni di reclusione e 6 per il notaio Rocco Guglielmo. Chiesta l’archiviazione per Lorenzo Cesa poiché, già nei mesi scorsi, gli approfondimenti giudiziari avevano accertato l’esclusione da qualsiasi coinvolgimento.

Richieste pm:

Luigi Alecce: 4 anni
Annarita Antonelli, 3 anni
Giuseppe Bonofiglio, 14 anni
Rosario Bonofiglio, 5 anni
Pierpaolo Caloiro, 4 anni
Concetta Di Noia, 14 anni
Giulio Docimo, 4 anni
Carmine Falcone, 16 anni
Matteo Femia, 2 anni e 4000 euro di multa
Rocco Guglielmo, 6 anni
Domenico Iaquinta, 8 mesi
Rodolfo Labernarda, 8 anni e 8 mesi
Francesco Luzzi, 4 anni
Santo Mancuso, 1 anno e 4 mesi
Francesco Mantella, 8 anni e 8 mesi
Antonino Pirrello, 8 anni
Tommaso Rosa, 20 anni
Vittoria Rosa, 5 anni
Francesco Talarico, 8 anni
Giuseppe Truglia, 9 anni e 4 mesi
Pino Volpe, 3 anni e 4 mesi
Luciano Basile: assoluzione
Eugenia Curcio: 5 anni e 4 mesi
Antonio Grillone, 6 anni
Giuseppe Mangone 7 anni e 400 euro di multa