Corruzione al Tribunale di Catanzaro, archiviate 17 posizioni

Si tratta solamente di uno stralcio dell’inchiesta Genesi, in altri filoni ancora in via di accertamento. Archiviazione anche per l’ex magistrato Marco Petrini

In uno stralcio del processo “Genesi“, su una presunta corruzione nella Corte d’Appello di Catanzaro, la procura di Salerno ha chiesto e ottenuto dal Gip l’archiviazione per 17 persone, tra cui l’ex magistrato Marco Petrini. Una parte dell’inchiesta che ha scosso il Tribunale calabrese si conclude quindi in un nulla di fatto – mentre altri filoni sono ancora in via di accertamento – perchè, dicono i giudici, “le indagini non hanno consentito di raccogliere alcun elemento”. L’archiviazione, dunque, è arrivata per lo stesso Petrini, per la moglie Stefania Gambardella e per Vincenzo Arcuri, Giuseppe Caligiuri, Virginia Carusi, Lorenzo Catizone, Antonio Cristiano, Roberto Biagio D’Elia, Luigi Falzetta, Rosetta Rago, Ottavio Rizzutto (deceduto, ndr), Antonio Saraco alias “Totò u cianciu”, Francesco Saraco, Francesca Santagata, Emilio Santoro, Palma Spina, Giuseppe Tursi Prato.