Mare sporco a Pizzo, monta l’indignazione: “La situazione peggiora ogni giorno”

I militari della Guardia Costiera sequestrano degli ombrelloni non autorizzati, “invece di cercare di capire da dove arriva la fogna”

Nonostante le proteste di residenti e villeggianti, le condizione del mare, nel tratto di Pizzo, rimangono a dir poco vergognose. Nell’acqua, sempre di colore verde, galleggia di tutto.
Per tutta risposta, questa mattina all’alba, i militari della Capitaneria  di Porto – ci ha fatto sapere un lettore – hanno fatto il giro in spiaggia, sequestrando gli ombrelloni che, per comodità, qualcuno che abita vicino al mare li lascia in spiaggia. La contestazione è quella di occupazione abusiva”. Da qui la domanda: “La Guardia Costiera ha provveduto a fare una ricognizione del tratto costiero e cercare di capire da dove arriva la fogna, perché di fogna si tratta? Ha fatto una ricognizione con un elicottero per seguire, a ritroso, la scia verde e verificarne la partenza? I proclami delle varie Procure di sequestri di depuratori fanno ridere i polli”. Senza contare i turisti che si stanno scatenando sui social, indignati della condizione del mare a Pizzo. La conseguenza? Quasi tutti stanno scappando per cercare altre destinazioni.