Carceri: agente penitenziaria aggredito a Vibo Valentia

Protesta detenuti per insufficienza frigoriferi

Un agente della polizia penitenziaria é stato aggredito da un detenuto nel carcere di Vibo Valentia, che lo ha colpito con una serie di pugni. Lo rende noto la segretaria territoriale della Uilpa-Polizia penitenziaria, Francesca Bernardi. L’agente, che è poi riuscito a sottrarsi all’aggressione e a ristabilire l’ordine senza peraltro ricorrere all’uso della forza, ha riportato alcune ferite.
Contestualmente, rende ancora noto la Uilpa, i detenuti del circuito ad alta sicurezza hanno inscenato una protesta, con battiture di inferriate, incendio di giornali e lancio di oggetti, a causa di una presunta insufficienza di frigoriferi idonei a preservare i generi deperibili acquistati allo spaccio interno o recapitati dai familiari. Le intemperanze si sono concluse dopo alcune ore.