Abusivismo demaniale sul Tirreno, stabilimento balneare senza concessione

A cadere nella rete della GdF una struttura di Belvedere Marittimo

Prosegue senza sosta l’infaticabile attività di controllo del territorio e di contrasto a situazioni di abusivismo da parte della Guardia di Finanza, ormai da mesi impegnata, unitamente a personale dell’Agenzia del Demanio Direzione Regionale Calabria, a presidiare la fascia del tirreno cosentino. Anche oggi infatti l’attività svolta dai militari della Tenenza di Cetraro e dai funzionari dell’Agenzia ha consentito di accertare ulteriori fenomeni di abusivismo perpetrati “alla luce del sole”, in totale spregio della legge e dei tanti onesti cittadini calabresi che ogni giorno si rimboccano le maniche per mantenere dignitosamente le proprie famiglie nella nostra amata terra, tanto bella e generosa quanto ricca di contraddizioni e problemi irrisolti.
Stamani, a cadere nel “mirino” dello Stato uno stabilimento balneare ubicato a Belvedere Marittimo della superficie di 1.500,00 m2, utilizzo in assenza assoluta di titolo concessorio.