Un matrimonio, il maxischermo e una riunione tra giovani: 20 positivi al test Covid

Il sindaco di Castrovillari Mimmo Lo Polito lancia l’allarme: “Con la mobilità estiva i controlli diventano praticamente impossibili”

“Torno a scrivere di Covid per dare le informazioni necessarie sui casi presenti nella nostra comunità e sui rischi. Lo faccio come al solito fornendo un dettaglio completo di dati e preoccupazioni”. Inizia così il post di Mimmo Lo Polito, sindaco di Castrovillari che nelle scorse ore, sulla propria pagina Facebook ha fatto il punto della situazione contagi.
Il primo cittadino aggiunge: “Attualmente i positivi al Covid accertati con molecolari, di Castrovillari, sono 7 in isolamento domiciliare e tre ricoverati in ospedale a Cosenza. Ne abbiamo altri 10 accertati con antigenici da confermare con i molecolari di cui alcuni già effettuati venerdì ed in attesa di risultato. I tempi dei risultati dei molecolari non sono brevi perché hanno ridotto notevolmente le attività ed i tamponi processati, i cui risultati sono stati comunicati oggi, sono stati poco più di 50 in tutta la provincia di Cosenza. Questo, ovviamente, con la riduzione dell’attività dei laboratori che analizzano i tamponi molecolari rallenta i tracciamenti, da qui una prima preoccupazione. Altra preoccupazione è la facilità nell’importare i contagi. Non più tardi di 15 giorni, infatti, fa a Castrovillari non avevamo contagi. Poi un matrimonio fuori Castrovillari, una riunione di giovani di scuola zoo fuori regione, la visione di una partita in un maxi schermo in una grande città hanno riportato il virus tra di noi, con un’altra preoccupazione (molti eventi vengono svolti, evidentemente, senza il rispetto delle regole)”.
E ancora: “Credo che non ci sia nulla di male nel festeggiare la vittoria dell’Italia sfilando con la propria autovettura con i propri familiari. Non è corretto, però, scendere dalla macchina ed abbracciarsi con chiunque. Ebbene uno di questi che ieri ha sfilato abbracciandosi senza regole, oggi è stato accertato positivo al Covid. Impossibile fare un tracciamento completo in questo caso ed ulteriore preoccupazione. Io credo che tutte le attività possano essere svolte in sicurezza. Con la mobilità estiva, però, i controlli diventano impossibili. Vi ho fatto tre esempi di contagi di nostri concittadini avvenuti 2 fuori regione ed uno fuori da Castrovillari. Nessuno ci può controllare, solo noi. Questo post è un invito ad essere responsabili. Molte nazioni stanno limitando gli spostamenti. La variante Delta a breve diverrà prevalente anche in Italia. Io voglio evitare che a settembre non riaprano le scuole; che le nostre attività produttive e commerciali debbano nuovamente richiudere; che cinema e teatri rivivano le ultime stagioni buie”.