Covid: il punto in Calabria

Rischio moderato e Rt 0.96. Ad Aprigliano green pass per eventi

E’ in risalita anche in Calabria l’indice di trasmissibilità del contagio Rt passato allo 0.96. La regione viene classificata a livello rischio moderato. E’ quanto emerso dal monitoraggio settimanale dell’Iss-Ministero della Salute sull’andamento dei contagi da Covid. La variante Delta, dunque, comincia a fare vedere i propri effetti anche in Calabria, tanto che l’incidenza dei casi nella settimana 9-15 luglio è passato a 14,1 casi ogni 100 mila abitanti.
Già ieri, nel report settimanale di Gimbe, era stato evidenziato questo andamento con un aumento del 47,3% nella settimana 7-13 luglio rispetto a quella precedente. Dati ancora confortanti, invece, riguardo al tasso di occupazione dei posti letto, anche se la Calabria, con il 5,5% di occupazione in area medica è una delle tre regioni italiane con il tasso più alto.
Quello delle terapie intensive, invece, è dell’1,3%. E proprio l’occupazione dei reparti ospedalieri potrebbe diventare il discrimine per il cambio di colore nelle regioni adesso basato sul numero dei contagi.
L’andamento crescente dei contagi è confermato anche dal dato giornaliero. Nelle ultime 24 ore, sono 77 i nuovi casi, rispetto ai 32 di ieri, ma con un numero di tamponi pressoché identico (oggi 1.937). Risale, quindi, anche il tasso di positività passato dall’1,62% di ieri al 3,98% di oggi. Conforta, invece, lo zero al numero delle vittime per il quarto giorno consecutivo. I ricoverati in area medica sono 47 (-1) e tre quelli in rianimazione (+1). Tornano a salire (+19) anche i casi attivi e gli isolati a domicilio (+19). I nuovi guariti sono 58.
Intanto procede la campagna vaccinale. Ieri sono state 18.258 le dosi somministrate. E mentre a livello nazionale si continua a discutere se disporre la green card per l’accesso a manifestazioni o – per alcuni – anche per frequentare locali pubblici, Alessandro Leonardo Porco, sindaco di Iv di di Aprigliano comune di 2.700 abitanti in provincia di Cosenza, ha rotto gli indugi e per mantenere covid free il suo paese, ha disposto che per assistere alle manifestazioni di intrattenimento, culturali e sportive in programma durante l’estate per gli over 15enni sarà necessario esibire la “certificazione verde Covid-19” .