Errore medico provoca danni ad una neonata: due ginecologi condannati a risarcire l’ospedale

La vicenda risale al 2007 e la nascita della piccola è avvenuta nel reparto di Ostetricia e Ginecologia degli Ospedali Riuniti

dav
Dovranno risarcire l’azienda ospedaliera “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria due ginecologici ritenuti responsabili dei danni irreversibili subiti da una bimba alla nascita.

La vicenda risale al 2007 e la nascita della piccola è avvenuta nel reparto di Ostetricia e Ginecologia degli Ospedali Riuniti. In primo grado i giudici contabili hanno stabilito che “se entrambi i sanitari coinvolti avessero adottato il comportamento alternativo esigibile dalla gravità del caso, l’evento che ha portato la piccola a nascere in condizioni di asfissia pallida non si sarebbe verificato”.

Anche in secondo grado la Corte dei Conti ha rinsaldato che ci sia stato l’errore medico. I due professionisti dovranno risarcire l’ospedale con mezzo milione di euro.