Simeri Crichi, gestione illecita di rifiuti: denunciato il sindaco

L’area, di circa 200 metri quadri, era impiegata come discarica e successivamente dismessa ed interdetta all’accesso

Un incendio di rifiuti di varia natura, urbani e speciali, ha reso necessario l’intervento dei Carabinieri Forestali di Tiriolo, Catanzaro e Taverna, in quanto il rogo, di presumibile origine dolosa, è avvenuto all’interno di un sito di smaltimento comunale di Simeri Crichi. L’area, di circa 200 metri quadri, era impiegata come discarica e successivamente dismessa ed interdetta all’accesso. Tuttavia, il sito era delimitato e prevedeva l’accesso tramite un cancello con lucchetto. All’interno i militari hanno rivenuto, oltre ai resti della combustione, circa 150 metri cubi di rifiuti ammassati illecitamente, tra solidi urbani, elettrodomestici, residui di giardini e verde pubblico. A seguito di indagini, è emerso come tale sito fosse utilizzato illecitamente proprio dall’ente comunale di Simeri Crichi, motivo per il quale sono stati denunciati il sindaco ed il responsabile comunale del servizio, entrambi per illecito deposito ed illecita gestione di rifiuti.