Incubo “variante inglese” nel cuore di Cosenza

Potenziale cluster micidiale partito da una scuola elementare privata (Family). Sotto osservazione un centinaio di famiglie

È la stessa dirigente scolastica a confermare il gran timore dagli schermi di Tg Ten. La variante inglese del Covid potrebbe essere entrata con prepotenza nel cuore di Cosenza e proprio dalla “porta” della sua scuola (paritaria elementare Family). Dice anche, la dirigente, che la scuola ha fatto di tutto per contenere l’epidemia e che anzi solo grazie alla tempestività si è evitato un contagio peggiore. Ma i numeri, però, fanno paura e non orientano all’ottimismo né all’autocelebrazione. Almeno 20 i casi accertati fin qui (come riportato in esclusiva ieri da “il Fatto di Calabria”) e addirittura un centinaio le famiglie attenzionate con diversi genitori ad accusare i primi sintomi. Un potenziale dramma nel cuore di Cosenza anche perché la variante inglese si diffonde con una velocità molto superiore rispetto al virus fin qui conosciuto. Nelle prossime ore ulteriori sviluppi nel mentre si attendono conferme dall’Asp che teme il peggio all’esito di decine e decine di tamponi molecolari analizzati anche in chiave variante inglese. Di sicuro, per quanto riguarda la variante inglese, sono allo stato 3 i casi accertati in provincia di Cosenza. Due hanno a che fare con il Cas di Longobardi e un caso riguarda una donna di Cosenza che sarebbe rientrata all’Inghilterra.