Calabria ancora ultima per vaccini somministrati

Appena il 55,30 delle dosi ricevute fin qui. In serata mazzata da Astrazeneca: da marzo a giugno previsto il dimezzamento delle consegne previste

 ANSA/TINO ROMANO

Ancora ultima e sempre ultima. Anzi, ancora più ultima, la Calabria, per somministrazione di dosi di vaccino ricevute. Appena il 55,30% di somministrazioni rispetto al carico di fiale arrivate, al netto evidentemente di chi (pur sollecitato) ha preferito non vaccinarsi. Fondamentalmente due i possibili motivi che relegano la Calabria nella spiacevolissima ultima posizione in Italia. La mancanza di un piano regionale di vaccinazione razionale e quindi concreto, realizzabile. E poi la totale diffidenza nei confronti del vaccino Astrazeneca che viene in gran parte consegnato ma poi praticamente non somministrato, cosa questa che sta puntualmente avvenendo e non solo in Calabria. Diffidenza nei confronti di Astrazeneca che è un po’ figlia di una campagna mediatica non propriamente esaltante a favore del farmaco che, lo ricordiamo, non usa l’Rna messaggero ma inietta direttamente la proteina sterilizzata del Covid. E a proposito di Astrazeneca in serata arriva una mazzata, in termini di prospettiva. Piaccia o no, convinca o meno la sua copertura, è questo allo stato il farmaco con cui ci si dovrà vaccinare da qui fino a giugno ma l’azienda multinazionale ha comunicato che fornirà se va bene il 50% delle dosi pattuite fino a giugno. Per l’Italia dovevano essere consegnate 18 milioni di dosi nel secondo trimestre dell’anno, più o meno 400mila destinate alla Calabria. Ne arriverà, se va bene, la metà. Questo senza contare che la linea della Lega al Nord prevede pressing nei confronti di Draghi perché passi la linea di fornire più fiale alle regioni con più casi di Covid in percentuale. Evidentemente Lombardia e Veneto in testa. Forse, se così andrà, vorrà dire che converrà per una volta contare per davvero i positivi in Calabria e non tenerli spesso e volentieri sotto il tappeto…

                                                                                                                    I.T.