Bimbo in crisi respiratoria salvato nell’ospedale di Paola

In pronto soccorso era giunto cianotico e con la febbre a 40

Un bimbo di 16 mesi in preda ad una grave crisi respiratoria è stato salvato, nella serata di ieri, dai sanitari dell’ospedale di Paola. Il piccolo, che vive con la famiglia a Fuscaldo in provincia di Cosenza è stato portato nel pronto soccorso del nosocomio della città di San Francesco dall’equipe del 118 che hanno attuato le prime pratiche di soccorso e dai genitori. Le sue condizioni sono apparse immediatamente gravi: il bimbo era cianotico e aveva la febbre a 40. L’equipe di rianimazione è stata allertata e il medico di turno, Pasquale Gagliardi, eseguendo una manovra particolare, considerata l’età del paziente, ha intubato il piccolo e fatto il possibile per salvargli la vita anche con un’adeguata terapia farmacologica.

Quando i parametri si sono normalizzati e ha ripreso a respirare grazie al lavoro di equipe dei sanitari del pronto soccorso, medici e infermieri di anestesia e dei colleghi del 118, il bimbo è stato trasferito nel reparto di pediatria dell’ospedale dell’Annunziata di Cosenza per tutti gli accertamenti del caso.