Giovane donna muore in ospedale, la Procura apre un fascicolo

La tragedia sabato scorso. Immediato il ricorso dei parenti alla magistratura. Disposta l’autopsia

La Procura della Repubblica di Reggio Calabria ha aperto un fascicolo e disposto l’autopsia sul corpo di una donna di 35 anni, morta mentre era in procinto di essere dimessa dall’ospedale Riuniti di Reggio Calabria. La famiglia –  scrive la Gazzetta del Sud – si è rivolta ai carabinieri e alla Procura della Repubblica, che ha disposto il sequestro della cartella clinica ed appunto l’esame autoptico, per capire cosa sia successo. La giovane è stata ritrovata priva di vita nel suo letto dagli infermieri dopo circa tre settimane di ricovero. La patologia diagnosticata era stata un’encefalite, a quanto pare curata con ottimi risultati. Sabato mattina, però, la febbre alta, poi il decesso che ha lasciato tutti sgomenti. Un evento del quale i parenti sarebbero stati avvisati all’esterno dell’ospedale dove si trovavano in ossequio alla normativa anti-Covid.