Altra corruzione “in arrivo” nel tribunale di Catanzaro

Finiscono a Salerno nuovi atti relativi a "Rinascita Scott"

La Procura di Salerno ha aperto un nuovo fascicolo in merito ai rapporti, forse illeciti, tra alcuni avvocati e magistrati di Catanzaro. A suscitare l’attenzione dei giudici di Salerno – distretto competente per le indagini sulla magistratura del capoluogo calabrese – sono state le dichiarazioni dell’avvocato Francesco Stilo, indagato nella maxi inchiesta antimafia “Rinascita Scott”.
È stato lo stesso Stilo ad annunciare – durante un’udienza del maxi processo attualmente in corso nell’aula bunker del carcere di Rebibbia – di essere stato ascoltato dalla Procura campana. Un avvocato, come riporta la Gazzetta del Sud, gli avrebbe infatti riferito di “aver avuto delle condotte di corruzione con alcuni giudici della Corte d’Appello”, dando così riscontro alle dichiarazioni del pentito Andrea Mantella.
Stilo riferisce anche di essere stato avvisato due anni prima della maxi operazione condotta dalla Dda di Catanzaro, in quanto aveva avuto notizia – in modo vago – che sarebbe finito coinvolto in una grande inchiesta.