Covid, 6 casi a Buonvicino e uno a Tortora

Il primo focolaio fa riferimento all’anziano ricoverato giorni fa a Belvedere, l'altro caso è un infermiere dell’Asp di Scalea

Sono sei i casi registrati a Buonvicino. La conferma arriva direttamente dall’Asp di Cosenza. Sei casi che si rifanno all’anziano ricoverato giorni fa prima a Belvedere e poi trasportato a Cosenza. Un altro caso è stato registrato a Tortora, di un infermiere che lavora alla struttura dell’Asp di Scalea. Anche in questo caso sono state avviate le procedure di quarantena. I sei casi di Buonvicino registrati nelle ultime ore riguardano figli e nipoti dell’anziano che si è recato presso la Tirrenia Hospital di Belvedere, e che ha obbligato il sindaco Cascini ad emettere una serie di ordinanze di quarantena per i medici e infermieri che sono entrati in contatto con il paziente positivo. Il ceppo sembra provenire da Santa Maria del cedro o addirittura dal nord Italia. A tutela dei cittadini di Diamante due esercizi commerciali, in via cautelativa, hanno chiuso i battenti per disinfestazione, considerato che due parenti dell’infetto di Buonvicino lavorano in quelle strutture. Quindi nessun caso a Diamante, ma solo chiusure in autotutela, in via precauzionale.

A. T.