A giudizio il medico di Cosenza accusato di violenza verso la convivente

L'uomo si era reso protagonista di fatti accaduti presso l’Ospedale di Cetraro, negli Uffici ASP di via Alimena e in un incidente stradale sulla 107

Il Gip del Tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, stante l’evidenza  delle prove a suo carico, ha emesso nei giorni scorsi il decreto che dispone il giudizio immediato di P.R., dirigente medico dell’ASP di Cosenza,  imputato dei delitti di cui agli articoli  572 comma 1 e 2  e 582 del codice penale a causa delle reiterate vessazioni psicologiche e fisiche poste in essere nei confronti della convivente cagionandole lesioni personali, con l’aggravante di avere commesso il fatto in presenza anche della figlia minore.

Precedentemente a tale decreto che dispone il giudizio immediato  lo stesso  P.R. era stato raggiunto dall’ordinanza di  divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa. Si rammenta che l’odierno imputato è stato protagonista anche di fatti accaduti presso l’Ospedale di Cetraro, negli Uffici ASP di Via Alimena a Cosenza e, in ultimo, in ordine di tempo, in un incidente stradale sulla 107  nei pressi dello svincolo della Crocetta, avvenuto nei giorni scorsi alla guida della sua moto e che ha coinvolto un’auto guidata da una donna.

L’imputato  è difeso dall’avvocato Luigi Leonetti, mentre il legale della persona offesa è l’avv. Margherita Corriere.

La data dell’udienza è fissata per il prossimo 21 settembre davanti al Giudice Monocratico Giovanni Garofalo.