Gli negano un prestito, si presenta con una molotov in banca

Una bottiglia incendiaria è stata scagliata contro l’ingresso della sede della Bper Banca sdi Vibo Valentia. A compiere il gesto sarebbe stato un disoccupato 42enne che si sarebbe poi consegnato ai carabinieri di Rombiolo.

All’interno della banca era rimasto intrappolato un impiegato, poi liberato dai Vigili del fuoco che hanno sfondato una vetrata. Il dipendente ha dovuto poi ricorrere alle cure dei sanitari del vicino Pronto soccorso.

Secondo le prime informazioni il gesto dell’uomo sarebbe stato motivato dal diniego di un prestito. Il principio d’incendio causato dalla molotov è stato prontamente domato dai vigili del fuoco intervenuti sul posto. A scopo precauzionale la trafficata strada cittadina è stata immediatamente chiusa al traffico dai semafori di via Milite ignoto e fino all’incrocio di fronte all’ospedale Jazzolino.

In un primo momento si era fatta largo l’ipotesi che si potesse trattare di un pacco sospetto e di conseguenza di un allarme bomba, poi fortunatamente rientrato.