Sbarco a Roccella Ionica, in 65 arrivano con barca a vela

Sbarco di migranti nel Reggino. Poco dopo mezzanotte scorsa, la Guardia Costiera ha ricevuto una telefonata che avvertiva della presenza di una barca a vela a 3 miglia dalla costa tra Bova e Palizzi con migranti a bordo. Sul posto verso le prime ore del mattino sono giunte motovedette della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera. La barca a vela, alla deriva, si era incagliata nello specchio d’acqua antistante il litorale del Comune Palizzi per il basso fondale. I 65 migranti che erano a bordo, dopo essere stati trasbordati sulla motovedetta della Guardia Costiera, sono sbarcati nel porto di Roccella Ionica; 31 persone sono di nazionalità iraniana, 28 iracheni, 2 siriani e 4 egiziani. Tutti sono stati sottoposti ai primi controlli sanitari da parte dei medici presenti sul posto, assistiti dalle Associazioni di volontariato. Le operazioni sono state coordinate dalla prefettura di Reggio Calabria. Completate le operazioni di fotosegnalamento da paret della polizia, gli immigrati verranno trasferiti in centri di accoglienza calabresi, come disposto dal Ministero dell’Interno. Nella tarda mattinata, la Guardia Costiera ha disincagliato l’imbarcazione che verrà trainata nel porto di Reggio Calabria e posta sotto sequestro.