Sanità, protesta precari su tetto sede azienda ospedaliera Cosenza

Hanno eluso la sorveglianza e sono riusciti a raggiungere il tetto della sede dell’Azienda ospedaliera di Cosenza. Si tratta di un nutrito gruppo dei circa 80 operatori socio sanitari precari che lavorano all’ospedale di Cosenza. La convenzione che li riguarda è scaduta a luglio e hanno ricevuto la lettera di licenziamento. Saverio Cotticelli, Commissario alla sanità calabrese, ha concesso una proroga fino al 30 settembre, ma ci sarebbe l’intenzione, da parte dell’Azienda ospedaliera, di internalizzare i servizi finora appaltati all’esterno. E questo attingendo ad una graduatoria che comprende anche personale di altre province calabresi. Ma gli OSS lamentano che già nel 2018 hanno partecipato loro stessi ad un concorso, di cui non si è tenuto conto a seguito del  nuovo commissariamento della sanità. Con l’internalizzazione dei servizi molti di loro resterebbero senza lavoro.