Omicidio in spiaggia nel Vibonese, una condanna a 30 anni

Il gip del Tribunale di Vibo Valentia, al termine di un processo celebrato con rito abbreviato, ha condannato a 30 anni di reclusione Giuseppe Olivieri, 36 anni, di Nicotera, nel Vibonese, reo confesso dell’omicidio di Francesco Timpano, 45 anni, avvenuto il 12 agosto dello scorso anno in spiaggia. Il processo con rito alternativo ha consentito all’imputato (difeso dall’avvocato Francesco Schimio) di usufruire dello sconto di pena di un terzo. Il pubblico ministero della Procura di Vibo, Luca Ciro Lotoro, aveva chiesto la condanna all’ergastolo. La vittima era finita nel mirino di Francesco Oliveri, fratello di Giuseppe, già nel maggio dello scorso anno, al culmine di un raid omicida costata la vita a due persone ed il ferimento di altre tre fra Nicotera e Limbadi. La vittima è stata freddata a colpi di pistola all’interno di un lido di Nicotera Marina sotto gli occhi della moglie.