Intimidazioni, incendiati 15 ettari grano in azienda del Crotonese

Un incendio, che dai primi accertamenti risulterebbe doloso, ha distrutto oltre 15 ettari di grano, sui quasi cento in produzione, dell’azienda agricola Eredi Giovanni Salerno di Cutro (KR). Il grano era destinato alla produzione della pasta a marchio Sorelle Salerno. A darne notizia, con un comunicato, è la Coldiretti regionale.      “Solidarietà e pieno sostegno”, vengono espressi dal Presidente di Coldiretti Calabria, Franco Aceto, e dal Presidente della Federazione Interprovinciale di Catanzaro-Crotone-Vibo Fabio Borrello “affinché, nonostante questo grave atto, ci possa essere una necessaria continuità operativa all’azienda. Fortunatamente le strisce taglia fuoco, create con lungimiranza nella fase di semina dei circa 100 ettari di grano duro, hanno evitato – spiega la Coldiretti – il peggio ovvero la perdita dell’intero raccolto limitando, per modo di dire, il danno. Anche l’intervento tempestivo di Tonino Tambaro presidente della Coldiretti di Cutro, che con il trattore immediatamente ha delineato un’altra fascia tagliafuoco, si è rivelata efficace a circoscrivere l’incendio”.
Altri eventi simili avevano interessato l’azienda negli anni precedenti e Coldiretti, si sottolinera, “immediatamente li aveva denunciati chiedendo azioni di  prevenzione e sorveglianza, sui fondi agricoli soprattutto in prossimità della trebbiatura, ovvero quando il grano ha raggiunto la giusta e naturale maturazione e che quindi facilmente prende fuoco. Auspichiamo  – affermano Aceto e Borrello – che le forze dell’ordine facciano piena luce sull’accaduto,  e restituiscano la giusta serenità al territorio e anche con il nostro aiuto e della comunità si creeranno gli indispensabili anticorpi affinchè questi atti vili  non abbiano a ripetersi”. L’azienda colpita,  spiega la Coldiretti, “è una eccellenza tra quelle di Campagna Amica ed orgoglio della nostra regione e della Coldiretti Calabria. L’azienda ed i suoi giovani titolari già da tempo hanno portato la Calabria bella e vera agli onori della ristorazione d’elite nazionale e di un pubblico di consumatori orientati esclusivamente alla qualità  proponendo una pasta prodotta esclusivamente con grano made in Calabria”.