Hamburger e avviso di garanzia, non c’è pace per Occhiuto

Il sindaco indagato per il soppalco McDonald: "Nonostante il dispiacere e l’amarezza di subire ogni giorno tali comportamenti scorretti continuerò a lavorare come ho sempre fatto e ad adoperarmi per il bene della mia città e della mia regione"

Non finiscono i guai giudiziari per il sindaco di Cosenza  raggiunto ieri da due avvisi di garanzia.

Mario Occhiuto è indagato per abuso d’ufficio (per la realizzazione di un suppalco all’interno del McDonald’s realizzato a piazza Bilotti) e diffamazione (per una querela presentata dal senatore Nicola Morra).

Amaro il commento del primo cittadino bruzio.

“In questo modo è veramente difficile fare l’amministratore perché ci sono quelli che intendono la politica quasi come fosse una lotta mafiosa e denunciano e complottano ai danni degli avversari con l’intento di farli fuori”. Lo afferma, in una dichiarazione, il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, in merito ai due avvisi di garanzia notificatigli dalla Procura della Repubblica. “Nonostante il dispiacere e l’amarezza di subire ogni giorno tali comportamenti scorretti – ha aggiunto Occhiuto – continuerò a lavorare come ho sempre fatto e ad adoperarmi per il bene della mia città e della mia regione”.