Padre e figlio allevatori scomparsi nel Crotonese

Da oltre quarantotto ore non si hanno piu’ notizia di due uomini di Petilia Policastro, centro della Presila crotonese. Rosario e Salvatore Manfreda, padre e figlio, rispettivamente di 69 e 35 anni, entrambi allevatori, sono usciti di casa, nella frazione Sofoma di Petilia Policastro, la mattina di Pasqua a bordo della loro autovettura, un fuoristrada di colore scuro, e da quel momento nessuno li ha piu’ visti. I familiari gia’ l’indomani mattina ne hanno segnalato la scomparsa ai carabinieri della compagnia di Petilia Policastro che hanno avviato le ricerche. Sul conto dei due uomini, che possiedono un allevamento nella campagne tra Petilia Policastro e Mesoraca, non risultano precedenti penali, per cui i militari non trascurano alcun elemento, a cominciare dal legame di parentela con Vincenzo Manfreda, elemento di spicco della criminalita’ organizzata locale, assassinato a colpi di fucile nella frazione Foresta di Petilia Policastro nel marzo del 2012. Circostanza simile a quella di un’altra persona scomparsa di recente a Petilia Policastro: Massimo Vona, bracciante di 44 anni, del quale non si hanno piu’ notizie dal 30 ottobre dello scorso anno. La sua autovettura Fiat Punto e’ stata ritrovata il successivo 8 novembre nelle campagne di Petilia Policastro completamente bruciata. Anche su Vona non risultano precedenti penali ma un legame di parentela con Valentino Vona, il giovane ucciso a Petilia Policastro nell’aprile 2012 in un agguato in cui rimase ferito anche il fratello Giuseppe sul quale gravava il sospetto di aver avuto un ruolo nell’omicidio di Vincenzo Manfreda.