Appalti e corruzione, indagato il sindaco di Belvedere Marittimo

Altre cinque persone coinvolte, tra cui, un consigliere comunale di maggioranza e due funzionari del Comune. Questa mattina blitz della Finanza in Municipio e perquisizioni domiciliari

Blitz della guardia di finanza al Comune di Belvedere Marittimo. Funzionari e amministratori nel mirino della magistratura paolana. Si parla di voto di scambio e corruzione. Da stamattina gli uomini delle fiamme gialle stanno sentendo alcuni amministratori e funzionari. Il sindaco di Belvedere Marittimo, Enrico Granata, risulta indagato insieme ad altre cinque persone, con l’accusa di corruzione, nell’ambito di un’indagine coordinata dal procuratore di Paola, Pierpaolo Bruni,  e condotta dalla compagnia della Guardia di Finanza di Scalea.

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di aver attivato, ognuno per le proprie competenze, procedure di favore in cambio di voti o di denaro. Tra gli indagati risultano anche un consigliere di maggioranza e due funzionari del Comune: il responsabile dell’area economico finanziaria e il responsabile del settore personale.

Sono in corso in questo momento interrogatori dopo le perquisizioni di stamattina. Secondo alcune indiscrezioni vengono  ipotizzati alcuni reati legati ad appalti e incarichi.   Sull’inchiesta vige, comunque, il massimo riserbo.