Cetraro, una panchina rossa contro la violenza sulle donne

Una nuova iniziativa meritoria e simbolica contro ogni forma di violenza e di discriminazione nei confronti delle donne, in occasione della Giornata della donna, si è svolta venerdì, 8 marzo, a Cetraro, fortemente voluta e organizzata da Teresa Zicca, presidente della Running School della cittadina tirrenica. È stata, infatti, installata e inaugurata, davati la sede dell’associazione, una Panchina Rossa, quale simbolo di difesa dei diritti delle donne e di lotta al femminicidio. “La panchina rossa – ha, pertanto, sottolineato la stessa Teresa Zicca – è un chiaro simbolo dell’impegno che tutte noi della Running School vogliamo avere nel combattere la violenza contro le donne. La panchina rossa vuole, infatti, essere un simbolo volto a sensibilizzare l’opinione pubblica e a incoraggiare il dibattito e la riflessione sulle tante violenze, fisiche e psicologiche, che ancora le donne sono costrette a subire”. “Sulla panchina – ha aggiunto la presidente della Running School di Cetraro – sono state affisse delle scarpe femminili rosse, a ricordare che l’amore è “rosso passione” e non “viola tumefatto”. Le donne maltrattate devono trovare il coraggio di denunciare il proprio carnefice! Basta una telefonata al servizio pubblico del 1522, un numero gratuito, attivo 24 h su 24, che accoglie, con operatrici specializzate, le richieste di aiuto e sostegno delle vittime di violenza e stalking”. Da sottolineare, infine, che Teresa Zicca è laureata in Conservazione dei Beni culturali, ma,, da tempo, è soprattutto, runner, ideatrice, fondatrice e responsabile della “Running School” di Cetraro, associazione sportivo-culturale, sempre più inserita nella promozione sociale della città, in particolare nel promuovere, appunto, iniziative a favore della salute e del benessere delle donne, che, a Cetraro e nel territorio, condividono ormai da tempo la sua passione.

  CLELIA ROVALE