Arrestato per sequestro moglie, ora la denuncia per simulazione

Era stato arrestato per sequestro di persona, per aver tenuto segregata la moglie in casa per tre giorni. Il fatto è accaduto a Castrolibero, in provincia di Cosenza,   il 25 febbraio scorso. Ma adesso l’uomo, che si trova ai domiciliari, ha denunciato la moglie per simulazione di reato, calunnia e diffamazione.

L’uomo sostiene che, dopo 25 anni, voleva lasciarla e che lei abbia simulato il finto sequestro per ripicca. Lui punta sul fatto che, se avesse davvero voluto sequestrare la coniuge, non le avrebbe certo lasciato il telefonino, con il quale lei ha poi chiamato i Carabinieri.