Depurazione, la Provincia avvia una serie di controlli nel Vibonese

La Provincia di Vibo Valentia ha avviato una serie di controlli sui sistemi di depurazione del Vibonese. Sul territorio provinciale sono sessanta gli impianti destinati alla depurazione delle acque reflue urbane e di quelle afferenti alle attivita’ produttive quali la ristorazione e l’ospitalita’ turistico-ricettiva. La ricognizione degli impianti e’ stata affidata agli uffici di cui e’ responsabile l’architetto Giovanni Colace. Tra le prescrizioni vincolanti impartite dalla Provincia vi sono le campionature con verifica tecnico-analitica che devono essere effettuate dall’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal). La Provincia di Vibo Valentia ha inoltre avviato un’interlocuzione con il Nucleo Ambiente dei Carabinieri di Vibo e ha chiesto l’intervento di mediazione del prefetto, Giuseppe Gualtieri, con l’intento di imprimere una celere assunzione di responsabilita’ da parte dell’Arpacal al fine dell’analisi della depurazione delle acque.