Falsava graduatorie insegnanti, impiegato interdetto nel Cosentino

Notificato dalla polizia a un assistente amministrativo di un istituto scolastico dell’area urbana di Rossano (Cosenza), una misura interdittiva della sospensione dell’esercizio dei pubblici uffici, della durata di otto mesi, per abuso d’ufficio. La misura cautelare, disposta dal gip presso il Tribunale di Castrovillari e richiesta dalla locale Procura della Repubblica, e’ il risultato delle indagini condotte dall’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Corigliano-Rossano, che ha messo in luce come l’uomo, in servizio presso l’ufficio del personale di un istituto scolastico e con mansioni afferenti la formazione delle graduatorie di personale docente e Ata per supplenze, nello svolgere i compiti relativi alla formazione delle graduatorie di Circolo e di Istituto, II e III fascia, per il triennio 2017-2020, ha operato piu’ volte sull’applicazione informatica installata sul Sistema Informativo dell’Istruzione (Sidi), funzionale alla gestione delle domande relative alle graduatorie ed alla formazione delle stesse, per avvantaggiare se stesso e anche alcuni suoi parenti. L’uomo avrebbe cosi’ procurato a se’ e anche ai suoi parenti ingiusti vantaggi patrimoniali, alterando i dati relativi alle graduatorie e ai punteggi e inserendo anche titoli mai conseguiti, in modo tale da falsare le posizioni nelle graduatorie. Ancora al al vaglio degli inquirenti tutte le istanze lavorate dall’uomo, per individuare eventuali altre posizioni alterate e per la formulazione di una corretta graduatoria.