“Comitato d’affari” di Fuscaldo, il ruolo del super dirigente del Comune di Cosenza

Pienamente coinvolto Michele Fernandez, secondo la procura "congiunzione tra la cittadina del Tirreno e il capoluogo. Tirato in ballo in passato per gli appalti spezzatino del municipio Bruzio

Un ruolo centrale, nell’inchiesta della Procura di Repubblica di Paola, iniziata nel 2017 e terminata oggi con 14 arresti e 20 indagati, è svolto del funzionario comunale Michele Fernandez, ingegnere che lavora al comune di Cosenza dal 2003 come funzionario nel servizio progettazione Opere Pubbliche. Dal 2014 è stato assunto  part time al 50% anche dal Comune di  Fuscaldo con la qualifica di Dirigente del Settore Urbanistica e Gestione del Territorio.

Fernandez era già stato al centro dell’indagine sugli “appalti spezzatino”, portata avanti dal procuratore Mario Spagnuolo di Cosenza. All’epoca furono poste al  setaccio oltre 5.000 determine dirigenziali che hanno portato alla responsabilità dei singoli dirigenti che li avevano adottate e riguardano le annualità dal 2012 al 2015. Gli appalti hanno riguardato, tra gli altri, i canili comunali, la bonifica del Crati dall’accampamento Rom, la demolizione di alcuni prefabbricati e quelli per le luminarie dei periodi festivi.

Nei suoi confronti era arrivata la misura interdittiva, poi rigettata dal Gip per mancanza di esigenze cautelari.

Laureatosi nel 1989 all’università della Calabria in ingeneri a Civile dal 1990 al 1998 ha esercitato la libera professione, nel 1998 ha vinto un concorso pubblico ed è stato impiegato presso l’ufficio del genio civile opere marittime di Reggio Calabria.

Dal  novembre 2012 con ordinanza sindacale   prot. 8508 del primo cittadino Mario Occhiuto, gli è stata conferita l’Alta professionalità nell’ambito del II Dipartimento Tecnino negli adempimenti connessi allo svolgimento dei compiti in materia di Progettazioni.

Vasto il suo curriculum vitae. Ha svolto la funzione di Rup in diversi interventi tra i quali, l’efficientamento energetico del Comune di Cosenza, il recupero di Palazzo Gervasi.

E ancora progettazione e direzione lavori di ristrutturazione dell’immobile ex orfanotrofio Vittorio Emanuele a Cosenza, la reazione di progetti di ristrutturazione di alcune chiese di Cosenza, la progettazione per il recupero di alloggi da concedere in locazione a canine convenzionato,progettazione della Casa famiglia di Donnici, dell’ingresso monumentale del cimitero di Cosenza. E tanto altro ancora.