“Comitato d’affari” di Fuscaldo, ecco i nomi

Ecco i nomi  dell’operazione Merlino, ad opera della Procura della Repubblica di Paola. 

Venti persone indagate, 12 in carcere e due ai domiciliari. E’ il bilancio dell’operazione “Merlino” della Guardia di Finanza che stamani ha portato all’arresto, fra gli altri, del sindaco di Fuscaldo (Cosenza), Gianfranco Ramundo, di 62 anni, del suo vice, Paolo Cavaliere, di 44 anni, e dell’assessore dello stesso Comune Ercole Paolo Fuscaldo, di 45 anni. Al centro delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Paola, presunte irregolarita’ nell’affidamento di incarichi appalti.
Nella lista delle persone colpite dall’ordinanza un funzionario pubblico, un libero professionista ed alcuni imprenditori. Si tratta di Michele Fernandez, 60 anni, funzionario del Comune di Cosenza e dello stesso Comune di Fuscaldo; Salvatore Fidotti, imprenditore napoletano di 48 anni; Robertino Perri, 52 anni, imprenditore di Cosenza; Massimiliano De Santo, imprenditore di 53 anni, di Castrovillari (Cs), al quale sono stati concessi i domiciliari; Francesco Caputo, 46 anni, di Rossano (Cs), imprenditore; Antonietta Caputo, 32 anni, imprenditrice, pure di Rossano; Giovanni Risoleo, 64 anni, di Rossano, imprenditore; Sergio Gioia, 60 anni, libero professionista di Cosenza; Luigi de Simone, imprenditore di Paludi (Cs), di 53 anni; Gianfranco Mirabelli, 64 anni, imprenditore di Rende (Cs). Arresti domiciliari, infine, per Salvatore Montanino, imprenditore di Pomigliano d’Arco (Na), di 47 anni.
Le accuse, formulate a vario titolo, sono corruzione, tentata concussione, indebita induzione a dare o a promettere, peculato, turbative d’asta e di procedimenti di scelta dei contraenti della pubblica amministrazione e falso ideologico. Altre 6 persone sono indagate a piede libero.