Tragedia a Crotone, muore Marrelli con 3 operai

Il noto imprenditore, titolare del Marrelli Hospital, travolto da una frana nella sua tenuta di Sant'Anna ad Isola

QUattro persone sono morte nella notte travolti da una frana durante l’esecuzione di alcuni lavori di emergenza ad una condotta fognaria danneggiata dal maltempo a Crotone. Tra le vittime anche Massimo Marrelli, 59 anni, imprenditore titolare dell’omonimo gruppo a cui fanno capo diverse strutture sanitarie nel Crotonese.  Morti anche gli operai: Santo Bruno 53 anni di Isola Capo Rizzuto, Luigi Ennio Colacino 45 anni di Cutro, Mario Cristofaro 49 anni di Crotone.

Marelli stava lavorando sette operai,  nel giardino della sua tenuta in località Sant’Anna nel comune di Isola Capo Rizzuto, per completare un collegamento della rete fognaria della villa quando all’improvviso lui e tre operai sono stati inghiottiti dalla terra che è franata sotto i loro piedi rimanendo sepolti da una frana. Difficili le operazioni di recupero dei corpi e solo all’alba di oggi si è riusciti ad estrarre tutte e quattro i corpi. La zona è interessata da una pioggia battente ed era stata diramata un’allerta arancione che interessa gran parte della Calabria per la giornata di oggi. Sul posto carabinieri, vigili del fuoco, sanitari del 118.