Licei di Cetraro, secondo appuntamento con il progetto “Libriamoci – Giornate di lettura nelle scuole”

Nell’ambito della quinta edizione del progetto “Libriamoci – Giornate di lettura nelle scuole”, è in programma oggi, 25 ottobre, nell’aula magna dei Licei di Cetraro, con inizio alle ore 11,00, il secondo appuntamento di questa iniziativa. Ne sarà protagonista Maria Antonietta Spadorcia, giornalista parlamentare del Tg2, autrice del libro “Di corsa e di carriera ed altri racconti”, edito da Male-edizioni.

Il programma dell’incontro, che sarà moderato da Giovanna Renella, docente di Filosofia e storia presso i Licei di Cetraro, prevede i saluti del dirigente scolastico, Graziano Di Pasqua, del sindaco di Cetraro, Angelo Aita, e gli interventi dell’attore Massimiliano Buzzanca, che leggerà anche alcuni brani del libro, e di Mauro Nicastri, presidente di Aidr (Agenzia per l’Italia digitale).

Gli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Silvio Lopiano” di Cetraro saranno, dunque, nuovamente coinvolti in questo progetto, che ha origine da un Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i beni e le attività culturali, incontrando e confrontandosi con l’autrice di questo apprezzato libro, incentrato su quattro storie al femminile. Nella prima si parla, infatti, dell’esperienza di diventare madre contemporaneamente all’attività professionale, mentre nelle altre si focalizza lo sguardo su relazioni complicate.

Quattro racconti, sotto forma di diario, che raccontano la vita che scorre veloce, districandosi tra scuola, altre mamme, lavoro in redazione. Così come ha ben sottolineato Vittorio Sgarbi nella prefazione, lo stile del libro “è svelto, scorrevole, non si fatica a leggerlo, privo com’è di inutili complicazioni formali. Un libro che sarà utile anche agli uomini che, forse, leggendolo, capiranno meglio le proprie madri, le proprie mogli, le proprie figlie”.

Maria Antonietta Spadorcia, dunque, con la sua scrittura giornalistica, parla della quotidianità di una donna dei nostri tempi, alla quale è chiesto di districarsi tra mille impegni, arrivando, così, a scrivere un libro che è sì autobiografico e introspettivo, ma i cui contenuti arrivano a tutte le donne, con un linguaggio a tratti anche divertente.

CLELIA ROVALE