Terremoto, scossa di magnitudo 4.2 nel sud della Calabria

Non si registrano danni. Verifiche sulla linea ferroviaria. Prociv: nessuna allerta tsunami

Una scossa di terremoto di magnitudo 4,2 e’ stata registrata questa mattina nel sud della Calabria, in un’area compresa tra Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. Lo riferisce l’Ingv in un tweet, spiegando che il sisma e’ avvenuto alle 7,24, a una profondita’ di 11 chilometri.

Non ha causato danni la scossa di terremoto di magnitudo 4.2 registrata dai sismografi nell’area sud della Calabria. Secondo quanto comunica la Protezione Civile regionale, che e’ in contatto con i sindaci dell’area interessata, non sono state segnalate particolari criticita’. Il sisma e’ stato avvertito dalla popolazione.

E’ stata sospesa per precauzione la circolazione dei treni sulla linea ferroviaria Reggio Calabria-Rosarno in seguito al sisma di magnitudo 4.2 registrato stamane, alle 7,24, a una profondita’ di 11 chilometri, al largo della costa tirrenica calabrese, fra le province di Catanzaro e Reggio Calabria. Tecnici di Rfi, secondo quanto rende noto Trenitalia, stanno effettuando delle verifiche a scopo precauzionale sui binari, ma si tratta di una procedura standard che scatta nel caso in cui siano segnalati movimenti tellurici di una certa intensita’. Al momento non sarebbe stato rilevato nessun problema. I treni sono stati fermati nelle stazioni e ripartiranno ad accertamenti ultimati.

   La scossa e’ stata avvertita dalla popolazione ed ha provocato un po’ d’apprensione lungo la fascia costiera reggina, in particolare a Palmi e nelle zone limitrofe. Il sisma e’ stato avvertito anche a Vibo Valentia e nei comuni costieri della provincia, oltre che a Reggio Calabria

“Circolano voci ingiustificate di una possibile allerta tsunami che ha generato panico tra la popolazione residente nei comuni ricadenti lungo la Costa Viola”. Lo afferma la Protezione Civile della Regione Calabria che, attraverso una nota pubblicata sui social, “smentisce categoricamente questa possibilita’” e si riserva di sporgere denuncia contro ignoti alle autorita’ competenti “per procurato allarme”. La forte scossa avvertita in particolare nei comuni della fascia costiera tirrenica reggina, ma anche nel Vibonese e nel Catanzarese, non ha causato danni, ma sui social si registrano le reazioni allarmate dei cittadini. C’e’ chi riferisce di aver visto le mura di casa oscillare, chi da’ notizia di uno “sciame sismico” che si starebbe avvertendo da giorni. Voci che hanno indotto la Protezione Civile a intervenire.