Inchiesta rifiuti a Vibo, sindaco sentito per 3 ore in procura

 Il sindaco di Vibo Valentia, Elio Costa, e’ stato interrogato oggi dalla sezione di polizia giudiziaria, aliquota Carabinieri “Nucleo Ambiente” della Procura, nell’ambito di un’inchiesta avviata dal procuratore Bruno Giordano sulla gestione dei rifiuti nella città capoluogo e nelle frazioni.

Tre ore di interrogatorio dinanzi al luogotenente, Gaetano Vaccari, ed ai suoi uomini che stanno conducendo sul campo un’inchiesta che mira a far luce sulle criticità  riscontrate a Vibo nella raccolta dei rifiuti, nella pulizia delle spiagge, dei cimiteri, dei marciapiedi e delle aiuole.

L’indagine è stata avviata dopo il disastro in tema ambientale che si e’ registrato nel mese di agosto, con la città invasa da rifiuti non raccolti. Si indaga, in particolare, sul rispetto dell’intero capitolato d’appalto aggiudicato dalla ditta Dusty di Catania per la somma di 10 milioni di euro in tre anni e sui controlli da effettuare da parte di politici e dirigenti del Comune sulla ditta. Il sindaco Elio Costa e’ stato ascoltato quale persona informata sui fatti.