Violenza donne, danneggiata panchina circolo stampa Cosenza

Vandali hanno sfregiato la panchina rossa donata alla citta’ dal circolo della stampa in ricordo delle vittime della violenza di genere e dedicata a Maria Rosaria Sessa, la giornalista uccisa nel 2002. A denunciare il fatto e’, in una nota, lo stesso circolo della stampa. Era il 24 novembre e grazie alla generosita’ dell’azienda Caffe’ Aiello – si legge in un comunicato – come circolo della stampa di Cosenza posizionammo una panchina rossa sull’area pedonale di Corso Mazzini. Una panchina in ricordo di Maria Rosaria Sessa e di tutte le donne vittime di femminicidio. Stamattina l’amara sorpresa: qualche vandalo ha sfregiato quello che era un simbolo contro la violenza. Un atto inqualificabile che offende tutti noi, tutte le vittime a cui era stata dedicata. Oggi – simbolicamente- le hanno uccise un’altra volta. Come Circolo ci siamo immediatamente attivati con l’amministrazione comunale per provvedere al ripristino della panchina e ci e’ stato assicurato che gia’ domani sara’ effettuato un sopralluogo. Ci auguriamo che il danno non sia irreparabile. All’incivilta’ di chi ha voluto distruggere un simbolo contro la violenza, registriamo tanta indignazione da parte di cittadini e associazioni che si sono sentiti profondamente colpiti da questo inqualificabile gesto. Per questo crediamo che il segnale da dare subito ai questi codardi sia quello di sistemare e rendere nuovamente fruibile la panchina rossa. Ricostruirla – si legge infine -significa rispondere: i simboli della violenza e del martirio subi’to non si toccano”.