Strage di Capaci, anniversario nell’aula bunker dell’Ucciardone

" Tutti noi abbiamo il compito di impegnarci quotidianamente per affermare la cultura della legalità". Il messaggio del senatore Pd, Ernesto Magorno.

Oltre 70.000 tra ragazze e ragazzi in tutta Italia celebraranno il 26esimo anniversario della strage di Capaci in cui il 23 maggio 1992 furono uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro. Tantissime le iniziative di #PalermoChiamaItalia promosse dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Fondazione Falcone. Anche quest’anno i ragazzi coinvolti prenderanno parte alle iniziative organizzate in tutta la penisola, e in particolar modo a Palermo, dove con diversi eventi si ricorderanno le vittime delle stragi di mafia: Capaci e via D’Amelio.

Le celebrazioni istituzionali si terranno nell’Aula Bunker dell’Ucciardone, luogo simbolo del Maxiprocesso a Cosa Nostra. Le piazze e le scuole di Palermo si animeranno, anche grazie all’arrivo dei ragazzi, con la nave della Legalità salpata ieri pomeriggio dal porto di Civitavecchia, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dieci le regioni italiane (Abruzzo, Basilicata,Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Puglia, Toscana e Umbria) unite simbolicamente per dire insieme ancora una volta NO alla mafia, in una sorta di “staffetta” a distanza.

A coordinare le attività nelle città coinvolte saranno gli Uffici Scolastici Regionali. Alle manifestazioni di oggi a Palermo parteciperà anche il presidente della Camera, Roberto Fico.

L’Aula Bunker dell’Ucciardone, al cui interno è stata allestita la mostra fotografica dal titolo “L’eredità di Falcone e Borsellino”, ospiterà la cerimonia istituzionale che sarà trasmessa in diretta su Rai Uno.

LE REAZIONI

#23maggio Un pensiero a Giovanni #Falcone e alle vittime della strage di #Capaci. Tutti noi abbiamo il compito di impegnarci quotidianamente per affermare la cultura della #legalità. Lo scrive su Twitter il Senatore Pd, Ernesto Magorno.