Contenzioso milionario tra il consorzio Valle Crati e il Comune di Cosenza, il giudice deciderà il prossimo 20 settembre

 Consorzio ValleCrati contro il Comune di Cosenza, il 20 settembre deciderà il giudice del Tribunale cittadino in merito al presunto debito, e relativo decreto ingiuntivo, da circa 1 mln di euro.

Si legge in delibera emersa da Palazzo dei bruzi: “Il Tribunale di Cosenza ad istanza del Consorzio Valle Crati ha ingiunto, al Comune di Cosenza, il pagamento dell’importo di € 898.064,06 oltre interessi, spese ed onorari, per un debito imputabile alla gestione del Consorzio, ente assimilabile alle aziende speciali dotato di propria personalità giuridica ed autonomia statutaria. Il decreto ingiuntivo è stato notificato in data 16 aprile 2018.

Il Comune di Cosenza, rappresentato e difeso dall’avv. Agostino Rosselli, munito di procura speciale del Sindaco in carica ha tempestivamente impugnato il predetto decreto ingiuntivo n. 557/2018 in quanto i debiti dei consorzi non possono essere, giammai, ripartiti tra gli enti locali consorziati.

La prima udienza del giudizio di opposizione iscritto al R.G. n. 1873/2018 è stata fissata per la data del 20 settembre 2018. La costituzione in giudizio deve essere regolarizzata mediante l’adozione di formale deliberazione della Giunta Comunale ai sensi dell’art. 48, comma 2 del d.lgs. 267/2000. Si propone, pertanto, di ratificare la costituzione al giudizio garantita dal Sindaco e dall’Avvocatura comunale. Precisato, ai fini e per gli effetti dell’art. 151, comma 1, del d.lgs. n. 267/2000, che il presente provvedimento non comporta impegni di spesa; Visto il D. Lgs. 267/2000, e successive modificazioni; Visto lo Statuto del Comune; Visto il Regolamento dell’Avvocatura Comunale di Cosenza Tanto premesso Si propone alla Giunta Comunale l’adozione della seguente deliberazione: 1.Di autorizzare l’opposizione al decreto ingiuntivo n. 557/2018, di € 898.064,06 emesso dal Tribunale di Cosenza in favore del Consorzio Valle Crati e ratificare la costituzione del Comune di Cosenza in persona del Sindaco in carica, rappresentato e difeso dall’avv. Agostino Rosselli, al giudizio di opposizione iscritto al NRG 557/2018 ratificando tutto il loro operato”.