Frode fiscale, trema Palazzo dei Bruzi

Notificato alcune misure interdittive nell'ambito di indagini svolte su alcuni appalti affidati dal Comune capoluogo

Il Comune di Cosenza

Gli uomini del comando provinciale di Cosenza hanno notificato stamane alcune misure interdittive nell’ambito di indagini svolte su alcuni appalti affidati dal Comune capoluogo. Corruzione e frode fiscale nel settore immobiliare sono i reati ipotizzati nell’ambito di due distinte operazioni.

In questo momento nei locali della Procura della Repubblica della città bruzia, si sta svolgendo una conferenza stampa nel corso della quale saranno forniti i dettagli delle indagini.

Le misure interdittive, secondo quanto apprende l’Agi, riguardano dirigenti del Comune di Cosenza e un imprenditore in relazione all’affidamento di un appalto.

Tra i destinatari dei provvedimenti non ci sono politici. Nell’ambito di una delle due operazioni, che non sarebbero comunque collegate, e’ stato eseguito un sequestro di beni per una frode fiscale.

notizia in aggiornamento