25mila euro per dimissioni, arrestato consigliere comunale nel reggino

I finanzieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un’ordinanza di custodia
cautelare in carcere e un decreto di sequestro preventivo d’urgenza di 25.000 euro nei confronti di un consigliere comunale di minoranza e di un suo sostenitore, ritenuti responsabili di
istigazione alla corruzione.
Le misure cautelari odierne costituiscono l’epilogo di una attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Palmi e condotta dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Gioia Tauro, che ha permesso di documentare reiterati tentativi di istigazione alla corruzione perpetrati sia direttamente dal consigliere
indagato che per il tramite del terzo, nell’ambito di un disegno
finalizzato ad influenzare l’onesta e leale volontà di esponenti politici della fazione opposta, anche attraverso la consegna della
somma di 25.000 EURO in contante.