Calcio, disordini Reggina-Catanzaro: emessi 5 Daspo

Il questore di Reggio Calabria ha emesso 5 provvedimenti di Daspo nei confronti di altrettanti tifosi reggini per gli incidenti verificatisi in occasione dell’incontro di calcio Reggina-Catanzaro del 3 febbraio scorso. Un primo provvedimento, per la durata di 5 anni, e’ stato emesso nei confronti di un giovane tratto in arresto in occasione degli scontri perche’ resosi responsabile del reato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, per aver aggredito il vice questore vicario di Reggio Calabria ed il suo autista; il secondo, per la durata di 8 anni, e’ stato irrogato nei confronti di un uomo gia’ destinatario di altri due analoghi provvedimenti interdittivi negli anni passati. Un altro Daspo, per la durata di 4 anni, e’ stato irrogato nei confronti di un giovane denunciato poiche’ responsabile di un fitto lancio di pietre contro i tifosi catanzaresi. Gli altri due provvedimenti sono a carco di persone accusate di aver tentato di sottrarre all’arresto un tifoso amaranto. Unitamente al provvedimento di divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono tutte le manifestazioni calcistiche di qualsiasi serie e categoria, e’ stato, imposto ai destinatari dei Daspo l’obbligo di presentazione presso questi Uffici mezz’ora dopo l’inizio del primo tempo e mezz’ora dopo l’inizio del secondo tempo di tutte le manifestazioni sportive nelle quali sia impegnata, a qualsiasi titolo, la “Urbs Reggina 1914”.