Abusivismo, sequestro in un villaggio turistico nel Vibonese

I finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Vibo Valentia, a conclusione di un’attività di indagine sulle violazioni in materia urbanistica e paesaggistica, hanno accertato la realizzazione, in una struttura privata nel territorio di Drapia (VV), di opere edilizie in totale assenza di autorizzazione.

In particolare, a seguito di uno dei voli di ricognizione, ordinariamente eseguiti dagli elicotteri in dotazione alla Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, sono state notate costruzioni presenti in un villaggio turistico.

Le Fiamme Gialle di Vibo Valentia si sono recate nell’area indicata dal mezzo aereo accertando la presenza di due costruzioni edificate su uno e due livelli e costituiti da otto locali adibiti prevalentemente ad attività commerciali ed un ulteriore manufatto adibito a deposito e parcheggio di autovetture, per un valore stimato di 600.000 euro e realizzate senza alcun preventivo titolo autorizzativo.

Le Fiamme Gialle hanno dunque proceduto al sequestro preventivo dell’area oggetto della violazione e deferito alla Procura di Vibo Valentia per abusivismo e falso ideologico il rappresentante legale della struttura ed il progettista incaricato della sua realizzazione, mentre un impiegato nell’amministrazione comunale è stato segnalato per omessa denuncia di reato nella qualità di pubblico ufficiale.