Lavoro nero, denunce e sanzioni nel vibonese

Controlli da parte dei carabinieri in diversi cantieri del Vibonese per l’emersione del lavoro nero ed il contrasto alle morti bianche.

I controlli sono stati effettuati prevalentemente sui cantieri presenti nella fascia costiera ed in particolar modo nei comuni di Pizzo, Tropea, Briatico, Ricadi (Capo Vaticano) e Joppolo. Dodici i titolari di aziende denunciati, 18 i lavoratori in nero scoperti con conseguenti sanzioni amministrative per un importo di 54mila euro, diverse le violazioni delle prescrizioni in materia di sicurezza sul lavoro per un importo di 102mila euro.

Quattro cantieri sono stati invece completamente sospesi per aver impiegato manodopera in nero.