Loizzo: all’ospedale di Cosenza il peggio senza fine

Mentre si cerca di dare attenzione alle donne in attesa infinita di interventi salva vita per patologie tumorali all’Ospedale di Cosenza si scopre che i protocolli e il buon senso vengono completamente disattesi. Apprendo che pazienti bisognose di piccoli interventi che in tutti gli ospedali vengono affrontati con la chirurgia di un giorno (day surgery) sono ricoverate in reparto saltando ogni priorità a danno di gravi ammalate oncologiche. Si opera prima la patologia benigna rispetto a quella mortale, inoltre si intasano i reparti senza razionalità allungando la lista d’attesa di donne che combattono con il tempo e non trovano letto e intervento. Come parlamentare calabrese porterò questa denuncia a tutte le autorità in modo da correggere un Servizio sanitario che devo purtroppo paragonare ad una sorta di maionese impazzita.