La protesta dei trattori anche a Cosenza: “Le associazioni di categoria ci hanno abbandonato”

Sono circa un centinaio i trattori che stamane hanno raggiunto Cosenza, nei pressi della stazione di Vagliolise, giungendo da diverse zone della provincia. Le ragioni della protesta sono ormai note, ma gli agricoltori non hanno intenzione di fermarsi e proseguono la mobilitazione in attesa di gesti concreti da parte del governo.

«Le associazioni di categoria ci hanno abbandonato – ha detto uno dei manifestanti – per dedicarsi alla politica. Ci hanno utilizzato strumentalmente per il loro tornaconto personale. Sono stati radunati gli agricoltori nelle manifestazioni pubbliche solo per far vedere quanto pesava in quel momento quella determinata categoria, ma non si sono più fatti carico delle nostre reali difficoltà».

Per ragioni di sicurezza il traffico lungo la statale 107 non è stato bloccato e i mezzi dei manifestanti sono stati fatti parcheggiare negli spazi tra le carreggiate. «Siamo i veri tutori dell’ambiente e delle politiche green – ha aggiunto un altro degli agricoltori presenti – ma non a queste condizioni. Siamo stati messi in ginocchio dal governo con costi di produzione altissimi. Ci aspettiamo un annuncio reale da parte del governo rispetto alla tutela dei costi di produzione, altrimenti resteremo qui. Siamo in rotta con la realtà, qualcosa non ha funzionato, chi doveva battere i pugni non l’ha fatto e non ci ha tutelato, dunque adesso ci aspettiamo un segnale forte».