Panico a Paola, una giovane capotreno aggredita brutalmente da un viaggiatore

Il grave episodio è avvenuto nella stazione di Vaglio Lise

Scaraventata a terra e colpita in più parti del corpo tanto da dovere ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto soccorso. Momenti di panico l’altra mattina alla stazione ferroviaria di Vaglio Lise per una giovane capotreno da poco in servizio nelle Ferrovie dello Stato aggredita apparentemente senza una valida ragione da un viaggiatore. Un giovane di nazionalità straniera, poi bloccato e identificato dalla Polfer cosentina. L’episodio ha avuto come testimoni altri passeggeri e un collega anziano della giovane dipendente che insieme ad altre persone ha evitato che la situazione degenerasse, avvertendo i poliziotti che si trovavano in servizio in quel momento nel posto Polfer, sul primo binario dello scalo nel capoluogo bruzio.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sia l’aggressore che la capotreno originaria del Reggino viaggiavano sul treno proveniente da Reggio Calabria e diretto a Cosenza. Il giovane sarebbe dovuto scendere a Paola, ma si è distratto ed in realtà ha proseguito il viaggio verso Cosenza. La capotreno a Vaglio Lise gli si è avvicinata per fargli notare che il convoglio era arrivato a fine corsa. Il ragazzo sembrava frastornato. È sceso comunque e poco dopo è salito sul treno in partenza per la città del Santo. Una volta sulla carrozza, forse innervosito per il fatto di non essere sceso a destinazione, si è scagliato contro la stessa capotreno che aveva incontrato poco prima, e le ha dato una testata, facendola finire sul pavimento. La giovane è stata presa alla sprovvista e non ha avuto il tempo di scansarsi.

fonte: Gazzetta del Sud